E anche la Camera ha il suo nuovo presidente. Gianfranco Fini.

Dal Movimento Sociale alla terza carica dello Stato.

Tutto è compiuto: la destra ha concluso la sua trasformazione.

Dopo Alemanno al Campidoglio, da oggi Gianfranco Fini siederà sullo scranno più alto dell’Aula di Montecitorio.

Annunci
Comments
3 Responses to “E anche la Camera ha il suo nuovo presidente. Gianfranco Fini.”
  1. Pioneer Skies ha detto:

    Ups…ho sbagliato l’accento di “antonomàsia”…Come? Non ve ne frega una mazza…ups…

  2. Pioneer Skies ha detto:

    Anche a me è piaciuto il discorso di Fini nel suo complesso. Non mi rispecchio però nel desiderio di affermare i valori italiani nelle radici cristiane e non credo sia parte del ruolo istituzionale spingere in questo senso; se fosse un punto di condivisione totale, allora sì, ma non credo sia così condiviso e bipartisan come pensiero. (Per carità, non apriamo il discorso qui nel dettaglio perché non la finiamo più ed io stesso avrei da vare 50 considerazioni e sfumature.) Poi c’è quell’odio verso il relativismo… io, che penso che la democrazia sia relativismo per antonomasìa, come faccio ad apprezzare?
    Ma, ripeto, nel complesso mi è piaciuto. Poi reputo Fini una persona seria con la possibilità di concretizzare davvero una svolta della destra e di tagliare fuori quegli elettori nostalgici che ormai stanno stretti da una parte e sono odiati dall’altra.

    Saluti!

  3. Gwath ha detto:

    Molto bello, il discorso di Fini, soprattutto per quanto riguarda il suo schierarsi contro il relativismo e il riconoscimento delle radici cristiane come base dei Valori italiani.

    Molto bello anche il suo schierarsi contro tutti i totalitarsmi, tacciando per “nostalgici” coloro che sono ancora attaccati a vecchie ideologie che non hanno più ragione di essere.

    D’Alema, che ha detto che il discorso di Fini gli è piaciuto, gli ha criticato il fatto di dire “totalitiarismi”, anzichè “anti-fascismo”.

    Bè a D’Alema vorrei rispondere che se anche in Italia il comunismo non è arrivato (ma poteva benissimo arrivare), abbiamo però avuto in Italia un partito che fu filo-sovietico (con a capo il caro Togliatti).

    Il discorso generalistico di Fini, che condannava tutti “i totalitarsmi in generale”, in realtà è stato molto azzeccato. Anzi se avesse parlato solo di fascismo avrebbe fatto un grossolano errore….

    Mi auguro che Fini possa recupare quella fiducia di molti elettori che ha perso a causa delle sue avventure radicali….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: