Mamma coraggio, mamma vergogna, mamma stupida. Madri tra la Vita, l’aborto e la premura verso i figli.

C’è chi è disposto a sacrificare la propria vita per quella del proprio figlio, rassegnandosi con Amore alle sofferenze che conseguiranno alle sue scelte.
C’è poi chi invece non è disposto, neanche di fronte al miracolo e alle speranze della Vita, ad accettare i sacrifici che possono nascere assieme ad un figlio malato.
C’è infine chi è “semplicemente” stupido e poi piange lacrime di coccodrillo, quando sarebbe bastato un minimo di ragionevolezza per evitare l’orrore.

Tre madri, tra atteggiamenti diversi di fronte ai figli, ma più in generale, nei confronti della Vita.

Annunci
Comments
13 Responses to “Mamma coraggio, mamma vergogna, mamma stupida. Madri tra la Vita, l’aborto e la premura verso i figli.”
  1. donnaemadre ha detto:

    … e a volte, al di là dell’egoismo, c’è anche tanta paura. La cultura occidentale ci ha reso quasi incapaci di vivere senza certezze, e quando non si ha una casa, un lavoro, etc, ci si sente deboli, soli, terrorizzati, e gli scivoloni sono dietro l’angolo.

    *** spesso, dietro una donna che abortisce, c’è un’intera società che non funziona ***

    … ma che ciò non sia un alibi.

  2. donnaemadre ha detto:

    Mi farebbe piacere che venissi a leggere sul mio blog http://donnaemadre.wordpress.com/2007/07/10/per-un-bimbo-mai-nato/ ; è una poesia che ho scritto dopo aver perso mio figlio (sono convinta che sia successo per i dispiaceri).
    E’ stata anche riportata in un blog cattolico antiabortista, dopo che l’ho pubblicato dedicandolo a una ragazza che, proprio in quei giorni, stava passando lo stesso identico dolore.
    Una cosa però ti invito a pensare: a un uomo, senza coscienza, che non vuole un figlio, basta voltare i tacchi e andarsene. Una donna qualche problemuccio in più ce l’ha….

  3. ilpensatore ha detto:

    esattamente…hai colto nel segno…
    si dicono tante balle per nascondere dietro un dito l’egoismo di cui molte donne e molti uomini sono invasati.

  4. donnaemadre ha detto:

    Non ho ancora letto il pezzo che ci hai indicato che definisce l’aborto un atto d’amore (???), ma posso solo dire, e questa è un’esperienza esclusivamente personale, di non avere mai conosciuto una persona che avesse abortito spinta da una reale necessità. Ho conosciuto donne che hanno abortito per la carriera, altre perché il figlio era frutto di un tradimento, altre perché appena hanno visto che il corpo non era più perfetto si sono spaventate perché non avrebbero retto la vista di una vita men che snella. Per contro, ho visto donne povere che il figlio lo hanno messo al mondo e hanno fatto i salti mortali per crescerlo, donne che si sono immolate per crescere un figlio in difficoltà, e persino una donna che, violentata, non ce l’ha fatta a tenerlo, ma l’ha messo al mondo e dato in adozione. Non metto in dubbio che ci siano donne che si trovano in situazioni di grande difficoltà, e che in quelle situazioni la paura possa essere tanta, le forze poche, e l’aborto possa apparire, in un contesto di disperazione e scoramento, come l’estremo rimedio. Ma, come è stato tu hai sottolineato, ci sono figli nati in condizioni disgraziate che hanno avuto un destino migliore di altri nati in condizioni “normali”. Noi non abbiamo né gli strumenti né il diritto di stabilire che la vita del nascituro è destinata ad essere infelice, e che quindi è meglio rinunciarvi. E probabilmente ci raccontiamo balle quando diciamo che è per “lui” che decidiamo.

  5. ilpensatore ha detto:

    Caro Stefano…Casini non mi piace affatto, come politico dico.

  6. stefano ha detto:

    Ciao scusami il disturbo (se fosse tale) 🙂 Ti faccio perdere solo 1 minuto. Non credo che riusciro’ a cambiarti la vita, ma sicuramente impegno siamo decisi a mettercelo. Anche perchè sta a noi giovani ribellarsi un po’ al potere della politica ed all’asfissia generazionale che arriva dai media. Faccio parte di un gruppo di una cinquantina di ragazzi (ci siamo tutti conosciuti in internet e nelle ultime ore con qualkuno anche di persona) che abbiamo creato prima un blog a sostegno di Pierferdinando Casini ed ora vorremmo come gruppo di giovani creare una vera e propria rivoluzione giovanile che parta dal basso, prima di tutto dalla rete internet.

    Questo è il Blog principale:
    http://casinipresidente.wordpress.com

    Puioi trovare anche i motivi che ci hanno spinto ad agire, per difendere i valori cristiani prima di tutto, ma anche per creare un notword di Altra informazione poichè quella dei media è tutta monopolizzata dai potenti. In realtà vogliamo nei prossimi giorni incontrare Pierferdinando e dire a Lui se ci aiuta in questa rivoluzione giovanile. Crediamo che ci sosterà, e noi viceversa sosterremo lui.

    Se ti va di entrare nel network o di darci una mano e crescere con noi, non esitare a scriverci.

    Un abbraccio di cuore,
    Stefano
    casinipresidente@hotmail.com

  7. Gwath ha detto:

    La Sindrome di Klinefelter è curabile.

  8. silvio ha detto:

    oh, il bambino aveva la sindrome di klinefelter

  9. silvio ha detto:

    ma voi avete figli? no?
    ecco, non parlate di cose che non sapete

  10. ilpensatore ha detto:

    ahahah…delirante…
    ma purtroppo c’è anche chi la vede così! che è vergognoso! perchè è un’inversione totale della realtà!

    sul caso Napoli, ad esempio, tutti son stati lì a preoccuparsi della madre, ma la vera notizia era che era stato estratto dall’utero di una donna di 39 anni un feto, perfino nelle sembianze simile ad un bambino, che aveva 21 settimane di vita! strappato alla vita!

    ora, se proprio vogliamo fare i sofisti: mi dite cosa sono quelle 21 settimane, se non di vita? di sviluppo? è la stessa cosa!
    negli abortisti c’è sempre una contraddizione in termini…

    ciao Caposkaw…

  11. Caposkaw ha detto:

    hai ancora la forza di arrabbiarti contro quest’ideolgia mortifera, caro pensatore…
    a me è capitato un pazzo che concepiva l’aborto come atto d’amore…
    http://www.caffenero.ilcannocchiale.it

  12. ilpensatore ha detto:

    L’orrore, Silvia, è leggere parole come le tue.
    Per te è indesiderata la gravidanza e non la vita, ma allora spiegami cos’è la gravidanza se non l’inizio della Vita stessa? spiegamelo per favore?!
    Tu consideri la vicenda dal punto di vista della madre, e come te troppi altri…mai nessuno che prendesse un attimo la parte del figlio, di quel bambino che non avrà modo nemmeno di giocarsele le sue chance di Vita.
    Chi sei tu per decidere e prevedere come vivrà quel bambino?
    Allora non facciamo far figli a quelli che guadagnano meno di tot euro l’anno!
    E’ orribile questo che stai affermando Silvia!
    Ci sono molti esempi di bimbi nati in condizioni disastrate ma che poi hanno dato alla Vita molto più di quanto facciamo noi con le nostre miserabili vite da persone “normali”.

    Capisco sia una scelta difficile, Silvia, l’aborto, ma non capisco perchè invece è così facile decidere di fare tutto senza pensare che c’è comunque un’alta probabilità che in futuro ci si dovrà assumere poi la responsabilità delle proprie azioni!

    Vuoi batterti per qualcosa? allora battiti affinche un figlio possa sempre nascere, perchè avrà sempre qualcuno o troverà un modo che lo aiuti a stare al mondo!
    Non per accettare questo deleterio diritto all’aborto, che altro non è se non il diritto a farsi i cavoli propri!

  13. SILVIA ha detto:

    L’orrore è dover affrontare il grosso dolore dell’aborto.
    Si cerca sempre di evitare una gravidanza indesiserata con gli anticoncezionali od altri rimedi. La gravidanza è indesiderata non la vita.
    Per una donna che deve rifiutare di mettere al mondo un figlio la sofferenza è infinita, inspiegabile…non bisogna sminizzarlo così.
    I problemi economici oggi sono pesantissimi….un figlio morto di fame non lo vorrei mettere al mondo.
    Un figlio non nato dall’amore non lo vorrei mettere al mondo.
    Un figlio con dei genitori psicotici non dovrebbe nascere.
    A volte capita di rimanere incinte anche con tutte le precauzioni del caso ed ecco la scelta difficile, che non dovrebbe mai essrci, ma se avviene?
    Perchè ridurre tutto a quelle 3 scemate che hai scritto?
    Meditate gente, meditate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: