Votare, votare subito.

Non c’è tempo per altri giri sulla giostra della politica italiana. La parola torni a Noi elettori. Quella dell’aprile 2006 è stata una “vittoria mutilata”, che ci siamo visti scippare per 25000 voti chissà come racimolati, e che va assolutamente e senza indugi “vendicata”. E’ tempo di tornare alle urne per sancire dunque che il pareggio elettorale di due anni fa era già in realtà più una sconfitta di Prodi e del suo rissoso e sleale centrosinistra, oltre che una vittoria del Berlusconi vituperato e fatto oggetto di offese per cinque lunghi anni, ma che alla fine aveva dalla sua l’appoggio di tantissima gente dimenticata dai benpensanti giornalisti e statistici progressisti.
Si deve tornare a votare, votare subito, perchè è impossibile immaginare un governo tecnico che tradisca la reale volontà della gente, che è quella di potersi esprimere di nuovo piuttosto che assistere per l’ennesima volta passivamente alle guerre sotterranee tra partiti e ai giochi politici che nulla cambiano sul piano sostanziale per le “persone comuni”.
S’ha da tornare al voto il prima possibile, poi, perchè non si può dare la possibilità a questo centrosinistra di dare un’immagine contraffatta del loro “stato di famiglia”, che disastroso era e disastroso è rimasto.
Non si può aspettare altro tempo, perchè quel tempo è solo una scusa da dare a Veltroni e compagni per dissociarsi dall’operato del governo appena abbattuto, ma che fino a ieri sera era stato, almeno formalmente, appoggiato.
Al voto! Al voto! …perchè non si diano altre occasioni a comunisti e progressisti di scannarsi tra di loro per decidere chi tra loro è più bravo e capace a salvare l’Italia. (Nessuno…vi rispondiamo noi subito…)

Abbiamo aspettato seduti sulla riva del fiume che il cadavere (politico) di Prodi e dell’Unione passasse portato dalla corrente. Adesso è giunta l’ora di voltare pagina e di farlo in fretta.

Votiamo al più presto, senza giri di parole, perchè si possano sconfiggere quelli che si sentivano degli dei e che hanno attaccato personalmente i loro avversari politici e che sono invece rimasti con le pive nel sacco e una spaccatura fortissima nella società!
Basti pensare ai disastri ideologici che questo centrosinistra ha provocato. Ascoltare le dichiarazioni di voto dei capigruppo alla Camera e al Senato di comunisti e sedicenti riformisti democratici, è stata una tortura. A parte il “tutti contro tutti” cui abbiamo assistito, anche un po’divertiti, era inquietante sentirli tutti rivolgersi al paese che li ascoltava in diretta mentre puntavano con la stessa protervia di sempre l’indice inquisitore e minaccioso contro il solito spauracchio: Silvio Berlusconi!
Perfino un’acqua cheta come il Professore, in realtà personaggio diabolico e subdolo della politica italiana, si è lasciato andare a confidenze imbarazzanti…imbarazzanti per chiunque creda nella moderazione e nella civiltà dei confronti tra idee diverse.
Le ultime parole del Professore assomigliano alle reazioni isteriche degli animali feriti: “Non posso pensare all’idea che possa tornare Berlusconi: bisogna fare di tutto per evitarlo. Di tutto”.

Di fronte a tanta stupidità non c’è spazio per i tentativi (che peraltro sappiamo già quanto sarebbero inutili) di riconciliazione politica all’interno dei palazzi, là dove dominano la superbia e l’ignavia e l’interesse partitico.

Si torni al voto, non diamo “le perle ai porci”: l’Italia non può più stare ad aspettare che abbia fine la notte dei lunghi coltelli avviata da Veltroni e continuata da Prodi.
La gente ha bisogno di fatti, di concretezza! Altro che legge elettorale.

Al voto! al voto!

Annunci
Comments
4 Responses to “Votare, votare subito.”
  1. ilpensatore ha detto:

    un ottimo libro, anzi un pamphlet: “un anno di governo Prodi” pubblicato da Libero e realizzato, tra gli altri, da Brunetta e Giannino! da piangere…dalle risate…e non solo…

  2. Elly ha detto:

    Lo scoglio peggiore è Napolitano. Infondo è stato eletto apposta anche per salvargli la pelle. Ma tornare alle urne è più che giusto. Se non altro per democrazia visto che ci anche il *presidente della repubblica* ci si riempie la bocca ogni volta con quella parola.

    Si si, segui il consiglio del signor Stratos, leggiti un buon libro che sei uno squallido. 😉

  3. ilpensatore ha detto:

    belle parole Stratos…bellissime…le migliori per contribuire ad una discussione in cui si confrontino due idee con pacatezza.

    ottimo…
    sarà mica un elettore del centrosinistra, una di quelli che si sentono “migliori”?

  4. Stratos ha detto:

    Ho letto e riletto.
    Non dice proprio nulla …….. squallido modo di riempire il tempo per dire il nulla.
    Si legga un buon libro ….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: