Dalle primarie per il PD, al Veltroni leader del PD deciso a tavolino. E la chiamano novità…

Non è che mi stia antipatico…di più. E più ancora mi stanno antipatici i politici di sinistra (non tutti ma quasi). Con la loro serafica spocchia, tipica di chi si sente migliore di tutti gli altri, vogliono farci passare per nuovo qualcosa che, non è che sia vecchio, ma semplicemente non c’è.

Come per Prodi, anche per Veltroni si sta decidendo tutto a tavolino.
Un tempo si diceva che erano gli uomini a seguire le idee. Oggi, con questa sinistra, abbiamo scoperto che può succedere anche l’esatto contrario. Prima si sceglie il leader e poi si fa sapere alla gente cosa pensa e come lo pensa. Ma anche “poi” non sarà utile, perchè a quel punto sarà tutto studiato, tutto programmato, tutto ponderato, tutto falsato da esigenze elettoralistiche.

Come per Prodi, dicevo.
Come per il professore e le falsissime primarie dell’ottobre 2005. Praticamente un candidato unico. Cui già da tempo avevano preparato la strada. E contro cui furono schierate nemmeno le seconde linee, ma i giocatori in tribuna. Esito scontato. Anche per via del fatto che beatamente persino quelli che avrebbero dovuto contendersi il titolo di “capo della coalizione” per l’anno 2006, si dicevano contenti di Prodi come futuro premier. Come dire…tutta un’illusione. Che però ingannò moltissima gente, la quale rispose prontamente alla chiamata dei generalissimi delle milizie rosse e riversò parecchi soldini nelle casse del comitato organizzatore le primarie.
In realtà, come sappiamo bene, ancora oggi non ci è dato sapere quanti furono con esattezza i votanti. Per ora siamo certi che non furono i quattro milioni vantati i giorni successivi alla buffonata. Buffonata, cui però (conviene ricordarlo) parteciparono quasi più sedicenti intellettuali e personaggi espressione dei poteri forti (leggi banche ed editoria), che gente “comune”.
D’altra parte, come avrebbero potuto senza conoscere su quali basi si fondava il duello? Nessun programma alternativo, nessun comizio per distinguere le posizioni.
O meglio. Qualcosa ci fu. Sottigliezze. Che di fatto finirono per ritrovarsi tutte insieme, una accanto all’altra nel mega-librone giallo del programma dell’Unione. 281 pagine del tutto e del suo contrario. Che, quasi a dimostrazione del fatto che non c’era una vera e propria competizione, vedono coesistere proposte diametralmente differenti, ma ben diluite nel logorrismo dei redattori. Il che, in realtà, potrebbe anche farci protendere per l’idea che non capendo bene di cosa parlassero, i redattori abbiano accettato di mettere qualunque cosa in quel tomo elettorale, così…per far volume, per dire che loro c’avevano lavorato sopra.

Un bel lavoro, davvero…a giudicare dalla situazione politica attuale non c’è che dire. Niente male. In pratica, aria fritta (come pure il dodecalogo del dopo-crisi: anch’esso totalmente disatteso).

Con Walter la situazione si ripropone spaventosamente identica.
Sappiamo che è già stato elevato al rango di leader; sappiamo che scioglierà la riserva sulla presa della guida del futuro Partito Democratico; sappiamo anche che si parla già di vice per la scelta dei quali sarebbero stati fissati incontri tra Margherita e DS; sappiamo, infine, che in sempre meno parlano più di primarie e solo pochi illusi si attaccano al sogno di potervici partecipare.

Questo è il quadro. Desolante. Perchè bianco di sfondo e scarabocchiato sopra. Una specie di “merda d’autore”. Che sono sicuro ci sarà gente che farà la fila per ammirare e magari qualcuno farà follie per acquistare.

Un’altra occasione persa, per questa sinistra, di dimostrarsi qualcosa che non sia un branco di cialtroni dediti alla presa per il culo della gente.

Ora, sicuramente qualche ben pensante progressista verrà a dire che Berlusconi fa così da sempre: decide tutto lui, dice e non fa, ecc…. Lo sappiamo, ma proprio il fatto che lo sappia tutto il mondo lo distingue da chi vuol mostrarsi in un modo ed in realtà è in tutt’altro. E questo si chiama “truffare la gente, truffare gli elettori”.
Un brutto, bruttissimo modo per presentarsi come una “novità”. Perchè l’unica novità cui potremmo assistere sarebbe solo quella nel vedere gli elettori di sinistra di nuovo tutti in fila a farsi prendere in giro, a farsi trattare da coglioni…e magari a vantarsene pure. A quel punto, niente scuse…lo sarebbero sul serio!

Annunci
Comments
28 Responses to “Dalle primarie per il PD, al Veltroni leader del PD deciso a tavolino. E la chiamano novità…”
  1. ilpensatore ha detto:

    Omero, così te la sei aggiustata un po’, ma ci sta…d’altra parte ha ragione Silvestro: son politici!

    Silvestro: per vedere Silvio mollare l’osso c’è bisogno di un partito unico in cui FI possa riversarsi! allora si…sarà l’ora.

    ma nonostante abbia perso due elezioni, diciamola tutta: ne ha vinte due e pareggiata una! comunque…son d’accordo a che ci sia un ricambio generazionale…

  2. Omero ha detto:

    … alla fine lo vedi che la pensi come me?!
    Perchè fare le primarie se tutti si tirano indietro? Si chiamano Primarie per questo…. se poi un “pinco palla” si presenta e dice “No” io mi candido e ha (ovviamente) un certo numero di tesserati che lo sostengono (non è che il pinco palla può venire così… alla cippa) allora è giusto fare le primarie!

    Nel video che hai postato, ascoltandolo bene, Veltroni dice… in sintesi: “Se farò ancora il sindaco di Roma per altri 5 anni allora dopo mi fermerò!”. C’è un “Se” con 5 anni di lavoro… altrimenti? Se farà altro vedremo… potrebbe durare pochissimo o tantissimo Veltroni.

  3. silvestro ha detto:

    si pensatò, ma come hai detto tu non è eterno, ed ha già perso due elezioni.

    trovare un altro leader sarà difficile se non si sbrigano, rischiano di fare la fine dei tories britannici.

    e non sarebbe un bene per nessuno, solo la competizione che puntasse sulla qualità dei contendenti consentirebbe una piena democrazia.

  4. silvestro ha detto:

    visto.

    da quella cosa che ha detto gli sono arrivate migliaia di richieste a ripensarci.
    i ds sono nelle mani di d’alema e fassino da un bel pò, e politicamente sono sempre stati acerrimi nemici.
    veltroni e, un altro esempio, cofferati, sono stati praticamente allontanati dalla vita del partito nazionale affidandogli incarichi locali.
    da qui quella decisione.

    è anche per quello che uolter gode della fiducia della base, era la novità in seno al partito.
    e poi non dimenticare mai che sempre di politici si tratta.

  5. ilpensatore ha detto:

    ottimo…
    comunque non dico che siano inutili a prescindere. ma nell’attuale contesto…si! almeno nella presentazione e nella preparazione. sanno di falsate, capisci?!

    ma va bene così…

    ci fossero anche nel cdx sarei contento.

    ma, ad essere onesti, date le elezioni appena passate, sembrerebbe difficile che qualcuno pensasse di sostituirsi a Berlusconi che può contare su un partito che da solo prende più del PD attualmente sondato!

  6. silvestro ha detto:

    è un inizio pensatò, e un domani possono tornare utili come nel caso della puglia, dove ha vinto chi “non doveva”.

    ad oggi uolter non ha rivali, anche se bersani potrebbe forse sorprendere e modificare gli assetti, ma vanno comunque fatte.

    e, mi ripeto, potrebbero essere efficaci anche a destra.

    il video mò me lo guardo

  7. ilpensatore ha detto:

    Silvestro, condivido praticamente tutto.
    ma mi preme specificare in breve il mio pensiero su un punto: non ci avrei trovato niente di strano se avessero proposto Veltroni punto-e-basta.
    invece, come al solito, per fare gli sboroni, a sinistra hanno voluto prima tirare in mezzo il fattore primarie. Per poter dire agli altri che loro si che sono democratici!

    sarebbe stato invece più logico accettare il fatto che onestamente Veltroni rappresenta la migliore alternativa alla classe dirigente della sinistra, punto-e-basta.

    di Walter….beh, tra le tante cose che dovrebbe spiegare c’è anche quella che ha detto nel video che ho postato….poi, andiamo avanti e vediamo cosa vorrà fare!

    ma questa storia delle primarie proprio…mi pare una cazzata! perchè inutili…

  8. silvestro ha detto:

    ok, discutiamo serenamente con tutte le distanze che ci possono essere fra noi, tanto l’importante è che il nostro paese venga governato più decentemente possibile, giusto?

    partiamo da fatti concreti:
    a roma uolter ha sfiorato il 62% di consensi al primo turno, e non sono tutti voti provenienti da persone di sinistra, basta fare un confronto con tutte le elezioni politiche.
    ha amministrato con l’aiuto degli “sponsor” facendo crescere il pil della città tanto da avere la più alta crescita economica del paese.
    ha quindi fatto entrare i privati nell’amministrazione e contemporaneamente ha aumentato i servizi sociali e di uso pubblico, come è uso fare in tutte le socialdemocrazie moderne.

    si può essere o non essere d’accordo, ma è quello che pensa la maggior parte dei romani, almeno stando ai numeri.

    è, e anche questo è vero, bravissimo nello sponsorizzare se stesso grazie ad uno staff per l’immagine più che competente, al pari di berlusconi ed al contrario della stragrande maggioranza dei politici.

    ha vent’anni meno di berlusconi e questo è molto, oltre al fatto che non c’è un’alternativa credibile al cavaliere come carisma.
    la brambilla? casini? fini? non scherziamo.

    questo lo sanno a destra come a sinistra, e come si è arresa la destra mandando a schiantare contro uolter alemanno e tajani, nessuno a sinistra vuole rischiare la stessa fine.

    dici che il votante sinistrorso comunque avrebbe votato chi gli sarebbe stato imposto dall’alto? a parte che sarebbe la stessa cosa a parti invertite, ma a roma lo hanno votato in quasi duecentomila in più che nelle votazioni precedenti. e sono 8 volte di più di quei 24000 voti di scarto.

    perchè secondo te?

    io sono scettico sulla piena riuscita di questa operazione semplicemente perchè amministrare roma, che è pur una città difficilissima, non è la stessa cosa che amministrare un paese.
    e che la coalizione nazionale è più variegata di quella comunale, ma tant’è…

    ed anche io al posto tuo non sarei preoccupato per diversi motivi:

    sicuramente stimolerà la cdl a far emergere un successore di berlusconi che sia all’altezza, e questo, se accade, sarà un bene per tutti.

    se uolter fosse effettivamente uno capace sarebbe un bene comunque per il paese.

    se non lo fosse, il centrodestra governerà per altri 50 anni almeno.

  9. ilpensatore ha detto:

    ma infatti il mio non è un lamento.

    e nemmeno un giudizio. è una pure e semplice costatazione di dati di fatto ricavati dalla realtà!

    si fa per discutere…non per altro!

  10. silvestro ha detto:

    allora non ti resta che esultare, di che ti lamenti?

  11. ilpensatore ha detto:

    di Veltroni? ma figuriamoci.

    il problema della sinstra è che è sempre la stessa. sta fallendo miseramente oggi, non vedo perchè dovrebbe far meglio domani soltanto perchè cambierà la faccia sul manifesto…

  12. silvestro ha detto:

    si sei penzatore, penzaci

  13. silvestro ha detto:

    paura?

  14. ilpensatore ha detto:

    pare prorpio sia così!

    eppure in tanti ne vanno matti.
    anche perchè in tanti si sentono attratti dai silulacri. gli piacciono, perchè li fanno comunque sentire parte di qualcosa che, a detta dei loro leaders, li rende migliori degli altri.

  15. ephrem ha detto:

    pensatore è lo scimmiottamento di un meccanismo (quello delle primarie) che è credibile solo con veri candidati e confronto ed anche scontro politico serio, che è ridicolo. E’ una fiera al simulacro per poter convincere e convincersi di essere più democratici degli altri. Veltroni, pure se è una bravissima persona, è il prodotto di un partito comunista che ha sfornato decine e decine di soggetti che solo di politica ed ideologia hanno campato per anni, nei consigli comunali, provinciali, regionale, nell’amministrazione di banche vicine (MPS), delle Coop. Nel ’94 concorreva per la segreteria del PDS, è stato segretario della FGCI per anni. Non è un personaggio nuovo, è solo l’ultimo, il più giovane, dei figli di quel PCI di Berlingueriana memoria che tenta la strada dell’americanismo per apparire quel che non è, nascondendo le radici profonde nelle quali cresce e dalle quali provviene.

  16. ilpensatore ha detto:

    esatto Ephrem.

    oltretutto, Omero, hai completamente saltato il concetto principale del mio post. ovvero: Veltroni è imposto dall’alto perchè non ha spiccicato una parola su quello che è il suo pensiero. e non l’ha fatto nessun’altro! ergo: a sinistra vengono prima gli uomini delle idee.

    ora mi dirai che è così anche a destra: sbagliato, perchè idee e uomini sono arrivati assieme…con Berlusconi e forza italia. negli altri partiti, a parte la Lega che segue un po’ il filo di Berlusconi, in AN e UDC si svolgono regolari votazioni ai congressi. non sono primarie, ma…affari loro. sono gli uomini a seguire le idee…

  17. ilpensatore ha detto:

    si ma capisci che non ha niente di logico riempirsi la bocca del diritto di scelta, del fatto che sia la gente a decidere e poi si fa subito il nome del candidato che spiazza tutti perchè sostenuto da tutti e quindi unico?

    sia pure come dici te…ha un che di assurdo…

  18. ephrem ha detto:

    sul tema delle primarie vorrei far notare solo un piccolo aspetto, la candidatura di Veltroni ha, di fatto, escluso tutte le altre. Persino Franceschini si è fatto da parte, per non parlare di Rutelli. Ora, pare che Bersani voglia candidarsi malgrado tutto, ebbene, se dovesse andare fino in fondo, sappiamo benissimo che la sua sconfitta appare scontata poichè Er sindaco è stato scelto per acclamatio dai mass media che danno pieno risalto alla sua discesa in campo.

    Omero, Berlusconi si è gettato in politica ed ha scompagginato il disegno della gioiosa macchina da guerra, grazie al voto di milioni d’italiani i quali, liberamente e senza coercizione, hanno deciso di votare il suo cosidetto partito di plastica. Partito che riesce a raccogliere milioni di consensi tutt’oggi. Questa è scelta democratica, a meno di mettere in campo la cosidetta superiorità morale e ritenere il 50% di concittadini come dei dementi, le primarie o si fanno seriamente o non si fanno, basta fare riferimento a quelle che hanno portato Prodi ad essere candidato nel 2006, per le quali persino Mastella ha seri dubbi sui numeri.

    Se la sinistra vuol convincere gli italiani della bontà del PD e della sua volontà d’essere una novità rivoluzionaria faccia una campagna elettorale con tanto di candidati e di programmi da poter valutare e votare, non con la pagliacciata in corso, in cui pare tutto già deciso, basta vedere il malcontento di Paola Caporossi.

  19. Omero ha detto:

    Quindi: se ci sono candidati… le primarie si faranno, altrimenti se ne rimane uno (Veltroni)… non si fanno! Logico.

  20. ilpensatore ha detto:

    continui a non essere chiaro. o almeno, io non ti capisco.
    così come non capisco le tue domande retoriche iniziali!
    che vuol dire? ogni periodo ha il suo processo storico e pure politico. oggi è il momento della scelta attraverso le primarie. ieri non lo era. non posso mica rimproverare chi nel passato non ha fatto qualcosa perchè non era nemmeno stata pensata?!

    secondo di poi, e qui cercherò di spiegarmi al meglio possibile, non sto dicendo che le primarie sono una buffonata a prescindere. quelle americane non le ritengo una buffonata.
    ma quelle in cui dai vertici stessi del partito viene indicato un candidato forte, talmente forte che tutti gli altri si fanno indietro, mi sembra un procedimento farlocco.
    per la gente, mica per i politici. Loro, alla fine, fanno il loro.
    ma la gente magari ci crede di poter scegliere davvero il leader.

    se partissero tutti alla pari ti darei ragione. ma quando uno parte due o tre giri avanti…è inutile correre. ma è anche inutile indire la corsa se poi sai già che farai partire uno due o tre giri avanti…e si fotte chi resta! eh!

  21. Omero ha detto:

    Come le ha fatte le primarie Alleanza Nazionale quando è stato scollato il Movimento Sociale? O nel CCD? O nel CDU? O nella lega?
    Sono stati chiamati i tesserati e tutti votavano per tutti? O c’erano dei candidati?

    Mi fai un esempio di elezioni di rappresentante di partito dove tutti votano per tutti?

    In linea c’è il sito delle elezioni primarie del partito democratico dove ci sono le regole per candidarsi e per eleggere!
    Dunque:
    Potrebbero venire tutti meno gli altri eventuali candidati! Per il motivo su detto!

    E’ chiaro adesso?

  22. ilpensatore ha detto:

    ahahah…diciamo che sono un tuo appassionato lettore! è internet bellezza… 😉

  23. ephrem ha detto:

    Neppure il tempo di postare ed hai già commentato! Azz mi sorvegli da google earth! 😉

  24. ilpensatore ha detto:

    che discorsi. c’è il sito per le primarie allora basta così.
    ma la credibilità si costruisce anche fuori dal web…visto che non tutti sanno o hanno la possibilità di navigarci.

    il fatto che prima si acclami la democrazia dimostrandosi superori a chiunque perchè si da la possibilità alla gente di scegliere, il vedersi calare dall’alto il candidato numero uno stecca un po’ con le sviolinate fatte. tanto vale allora non farle, le primarie. tanto vale dirlo subito che si ha un candidato forte. tanto vale dirlo subito che si è tutti d’accordo…ma allora che ci sta a fare il sito delle primarie? e soprattutto: che ci andrebbero a fare gli elettori a votare se tanto sanno già che il loro voto sarà ininfluente perchè non realistico?

    poi…continui a mettere sullo stesso piano Forza Italia e Partito Democratico.
    forse ti sfugge che Forza Italia non è un partito nato all’alba della Repubblica, ma è nato con, per e solo per, Silvio Berlusconi. Che primarie vorresti in Forza Italia? così come sono assurde anche per il partito democratico.

    con le primarie si sceglie il capo coalizione, non il capo partito. per quello ci sono i delegati delle sezioni.

    anche se le migliori primarie rimangono le elezioni. berlusconi ha perso, certo, ma è rimasto comunque superiore agli altri! sostituirlo non è facile come sostituire Prodi.

  25. Omero ha detto:

    Ho scritto: “C’è in linea il sito delle primarie del partito democratico, pronto per le primarie!”

    Ho scritto: “Dunque, è difficile mettersi in gioco quando si intuisce che non si vince, e quando si sa che si andrà alle politiche! Ad un certo punto diventa più un misurare la propria forza, il proprio peso politico, che di vincere.”

    Chiaro?
    Potrebbero venire tutti meno gli altri eventuali candidati!

    Le primarie si fanno se c’è più di un candidato! Altrimenti succede come in Forza Italia dove non c’è bisogno!

  26. ilpensatore ha detto:

    che fai, scherzi?
    quindi per te bastano due sondaggi online per fare a meno delle primarie? allora si potrebbe far così anche per le elezioni politiche. ah, e non dimenticare i referendum. Sai che al referendum costituzionale di giugno dell’anno scorso, su libero.it la maggioranza degli avventori del sito si era espresso favorevolmente alla riforma in senso federalista? eppure, il referendum è stato fatto lo stesso!

    poi l’ingenuo sono io.
    mi fai ridere: dai retta a uno come il direttore di Diario che è convinto ci sia stata gente in grado di manomettere i dati del viminale e ti fidi dei numeri di un sito internet manomettibilissimo (ed è successo)?
    scusa, ma non ha senso!

    come non ha senso paragonare Forza Italia al PD.
    FI è Berlusconi perchè è nata con lui. E’ lui il leader e non si tratta di scegliere tra chi rappresenterebbe meglio più partiti in procinto di fondersi!
    nonostante le sconfitte, poi, è sempre stato in grado di mantenere Forza Italia partito di maggioranza relativa nel paese. Ovvio che sia lui l’indiscusso candidato premier. perchè anche se sconfitto è stato anche l’unico in grado di vincere 2 volte e di pareggiare una terza, nonchè di riconquistarsi da solo tutto il nord!

    non diciamo bischerate. non si tratta di populismo o di fare generalismo.
    si tratta di distinguere le cose e saperle valutare. Prodi a mala pena rappresenta sè stesso; Berlusconi quasi 10 milioni di italiani!

    e poi, scusa. cosa fai il finto democratico allora? prima mi parli di primarie e poi, sol perchè a qualcuno viene in mente che c’è un candidato forte, allora la gente non ha più il diritto di scegliere?

    meno ipocrisia…solo questo…è chiedere troppo?

  27. Omero ha detto:

    In due sondaggi popolari (www.repubblica.it e http://www.libero.it) Veltroni ha avuto 4 volte i voti del secondo votato! In percentuale il 45% dei voti totali.
    Stiamo parlando di più di 100000 votanti! C’è in linea il sito delle primarie del partito democratico, pronto per le primarie!

    Il fatto che molti leader del centro sinistra si siano già fatti da parte significa che sanno già che sarebbero stati sconfitti, è nell’aria!

    Una utopia per Forza Italia fare primarie, non si fanno neppure sondaggi sul suo eventuale leader, sarebbero inutili visto la centricità di Berlusconi! E non ha significato il fatto che Berlusconi abbia perso 2 elezioni politiche.

    Dunque, è difficile mettersi in gioco quando si intuisce che non si vince, e quando si sa che si andrà alle politiche! Ad un certo punto diventa più un misurare la propria forza, il proprio peso politico, che di vincere.

    Quindi, il Partito Democratico come per Forza Italia… motivi differenti, risultati uguali!

    Poi per il resto… propaganda, populismo e generalizzazione… tipico dei discorsi vuoti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: