S’ode a sinistra. Un gran casino…

Il governo se l’è cavata al Senato, ma solo per stavolta e solo coi numeri. Politicamente parlando è stata una vera e propria debacle. Padoa Schioppa ha parlato di tutto, ed è partito da lontano, addirittura dai mesi precedenti ai fatti, che erano in realtà il motivo unico per cui l’esecutivo era stato chiamato a dar chiarimenti; di un agglomerato oscuro contro cui il Paese dovrebbe difendersi alla maniera in cui Eraclito suggerì di farlo ai suoi concittadini; difendendo infine tout court il suo viceministro, Vincenzo Visco. Dimenticando però alcune cose…essenziali: innanzitutto di parlare dei fatti oggetto dell’interrogazione parlamentare; di spiegare perchè lo stesso generale che si vorrebbe un delinquente asservito a poteri deviati delle forze armate sia stato comunque promosso alla Corte dei Conti; di giustificare come sia possibile che dalle parole di encomio e fiducia riservate alla GdF (e allo stesso Speciale) dallo stesso governo in quel luglio 2006 cui si riferiscono i fatti, si sia passati oggi a cotanta reprimenda nei confronti di una persona cui è stato consentito, nonostante la costanza di sì fatte accuse, di rimanere alla guida di quella istituzione di cui palazzo Chigi era convinto di non potersi non fidare nella lotta all’evasione fiscale.

Domande disattese e risposte poco chiare, ma soprattutto, incomplete.

Il governo ne esce sempre più debole. Politicamente e mediaticamente.

Il tutto in attesa di due importanti appuntamenti: uno ravvicinatissimo, l’arrivo di Bush a Roma, l’altro atteso entro la fine di luglio, cioè la decisione del Consiglio dei Ministri sulla Tav.

Per entrambi, oggi, dai giornali si possono trarre alcuni indizi su come e quanto il governo Prodi andrà in crisi coprendosi di ridicolo mettendo definitivamente un punto alla sua esperienza al potere.

Per quanto riguarda la visita del presidente USA, è Casarini a far nascere più d’una preoccupazione.
Alle parole del prefetto di Roma, Achille Serra, che ha assicurato che onde evitare provocazioni non predisporrà alcuna zona rossa e nessun limite alle manifestazioni anti-americane in programma per questo weekend, con la sola preghiera di evitare volti coperti tra i manifestanti, sono seguite le delirati richieste di Casarini, leader dei no-global veneti, in trasferta, come fu per Genova 2001, per guidare le contestazioni.
In poche parole, il capopopolo massimalista, ha girato la frittata chiedendo addirittura che lo stesso trattamento sia riservato ai poliziotti: nessun volto coperto e numeri sui caschi per poterli riconoscere; e possibilmente che non si tratti dei medesimi di Genova…
Di più, quasi a mò di patto, da Casarini è stata avanzata la richiesta al prefetto che nessuno tra le forze dell’ordine sia dotato di pistola nè che facciano uso di gas…in pratica, che siano privati delle uniche armi di difesa deterrenti nei confronti di possibili “infiltrati” in cerca di guai.
Il sospetto è che qualcosa bolla in pentola…ma ci auguriamo che finisca diversamente da 6 anni fa.
Speriamo che non si vada oltre a muri già imbrattati…che ha comunque il suo intrenseco significato di stupidaggine!

Ma che ne sarà del governo che per metà scenderà in piazza a protestare e berciare slogan offensivi contro Bush che nel frattempo sarà a stringere le mani di Prodi?

Capitolo TAV.

Oggi su Liberazione si esulta: niente Tav, ringraziamo la val di Susa.
In breve, il presidente della comunità montana della bassa val di Susa si rallegra dell’avvenuto stralcio del progetto della Torino-Lione dalla legge obiettivo sulle infrastrutture.
In pratica: un altro passo del governo verso l’immobilismo del Paese, nonchè verso il suicidio politico, essendo il “corridoio 5” uno dei punti del dodecalogo presentato ai media e agli elettori subito dopo la crisi che vide la caduta di Prodi sulla politica estera.

In questo panorama si inseriscono anche i vari scandali e scossoni in programma nelle prossime settimane su intercettazioni e conti segreti all’estero che vedranno coinvolti dirigenti dell’attuale maggioranza e in particolare dei DS.
Altri colpi di martello ad un governo pieno di fratture…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: