Conferme da Kabul: Prodi pressò Karzai.

Ora la vicenda Mastrogiacomo e tutta più chiara.

Dalle parole di Karzai, che in una conferenza stampa ha parlato di pressioni da parte del governo italiano per la liberazione dei cinque terroristi detenuti nelle carceri afgane, emerge una verità che in molti avevamo già intuito: per Prodi e compagni, la vita di un giornalista italiano (per quanto imprudente sia stato), di Repubblica, vale 5 prigionieri e tutti quei morti civili che in Afghanistan rimarranno vittime degli attentati di coloro che hanno rappresentato il prezzo del riscatto di Mastrogiacomo.

Ci furono pressioni e a quanto pare fu usata la leva morale del nostro impegno militare ed economico per ottenere ciò che i talebani avevano chiesto.
E nonostante il governo unionista abbia fatto di tutto, sputtanando pure Gino Strada ed Emergency tentando di addossare a loro la responsabilità della trattativa, oggi le cose vengono alla luce mostrando l’oscenità di un esecutivo capace di mettere a repentaglio la vita del nostro contingente stanziato a Herat e quella di centinaia di persone inermi, a causa della sua incapacità di trovare un limite alle proprie stupide azioni!
Già pagare milioni di euro per riportare a casa giornalisti sprovveduti era deprecabile (ma si sa che l’opinione pubblica si nutre di questi fallimenti o di queste vittorie), ma arrivare a scarcerare terroristi per catturare i quali altri soldati, altri civili hanno perso la vita…beh, mi sembra decisamente troppo! Follia. Appunto!

Update: si segnala, all’occorrenza, sull’argomento l’ultimo articolo di Carlo Panella!

Annunci
Comments
3 Responses to “Conferme da Kabul: Prodi pressò Karzai.”
  1. ilpensatore ha detto:

    ah: non si tratta solo di 5 persone scambiate per 1! ci vanno di mezzo comunque molte altre persone innocenti!
    in ogni caso…

  2. ilpensatore ha detto:

    eh si, infatti…un tempo era perchè non contavano niente che per primi si cercava di uccidere gli ufficiali e i comandanti delle truppe in campo!
    ovvio che vengano sostituiti, ma alcuni hanno più peso di altri.

    anche i soldi sono vergognosi.
    ma i denari possono anche essere spesi male, mentre un’organizzazione che si riassesta è ben più pericolosa, da subito!
    ma questa è solo una mia opinione.

  3. Miguel ha detto:

    La vita di qualcuno VALE 5 prigionieri! Ha fatto bene Prodi e hanno sempre fatto bene tutti quanti a pagare per la liberazione degli ostaggi!!!

    Se poi vogliamo pesare le due decisioni, secondo me è “leggermente” meglio liberare prigionieri più che pagare dei riscatti, perchè con i soldi ci compri delle armi (per fare attentati) mentre le persone tutt’al più possono tornare a fare i capi, ma se non ci fossero loro comunque ce ne sarebbero altri al loro posto..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: