La politica del pallottoliere.

281 pagine di programma…inutilmente assemblate, hanno prodotto, come da alcuni previsto, soltanto instabilità data la loro colossale indeterminatezza.
Evidentemente non c’è mai un limite al peggio: per questo adesso, dopo lo scivolone al Senato, Prodi ha proposto un patto in 12 punti. Peccato (per tutti) che siano ancora più fumosi del librone elettorale di cui sopra.
Normale, dunque, che nella confusione ognuno possa starci pensando poi di imporre la propria interpretazione al momento più opportuno.
Ma non pare sia questo però ciò che chiede Napolitano alla (ex)maggioranza di centro sinistra! Che senso ha votare la fiducia a un premier per sfiduciarne tra due settimane la politica estera?
Senza dimenticare ovviamente le questioni legate a TAV, Di.Co., pensioni, ecc…tutti nervi scoperti che facevano saltare in aria la coalizione catto-comunista già prima del voto di aprile, ma che si pensò bene di coprire con un fazzoletto, pur sapendo che sarebbe bastata una folata di vento (massimalista) per riportare tutti alla realtà.
E la realtà oggi è questa: non è pensabile un’alleanza, che non sia solo elettoralistica, tra riformisti e radicali comunisti.
A chiunque è balenato alla mente l’esempio del cancelliere uscente di Germania che, pur di non presentarsi al popolo assieme a Verdi(rossi) e Rossi ha preferito perdere con l’onore delle armi e lasciare il passo ai Democratici Cristiani della CDU: perchè in Italia questo non è possibile? Verrebbe da rispondersi con onestà: perchè non siamo un paese maturo come quelli in cui l’interesse della nazione viene prima di quello dei singoli politici anelanti potere!

In attesa che questo, un giorno, avvenga anche da noi, limitiamoci a ragionare su due cosette semplici semplici: perchè siamo arrivati a questo punto? e come uscirne? come andrà a finire?
Se per l’ultima domanda la risposta è più da “palla di vetro” che da politologi è certo che per le prime due riflessioni è possibile  fare una breve analisi: siamo messi così male per due motivi, entrambi di un biecume fastidioso!!!
Naturalmente è oggettivo che la bramosia di potere di Prodi e compagni abbia giocato un ruolo determinante! Alla chiusura delle urne, col sostanziale pareggio, sarebbe stato serio se si fosse preso atto della impossibilità di governare con spiccioli di voti in più al Senato (grazie ai senatori a vita, peraltro!). Dopodichè, arriviamo al secondo fattore determinante e inscindibile dal primo: l’odio nei confronti di Berlusconi! Ovvio che perdere la poltrona tanto sudata avrebbe voluto dire restituirla al Cav…ed ecco spiegato il perchè, anche oggi, c’è tanta renitenza ad accettare la realtà che tutti conoscono: la sinistra, questa sinistra, non è capace nè è in grado di governare. Eppure…è più forte di loro: mettete insieme l’odio per l’avversario politico e l’attaccamento al potere e avrete la situazione odierna!

Per uscire da questa crisi (annunciata), l’unica soluzione sarebbe il taglio dell’ala morta (storicamente e politicamente): quella della sinistra estrema che tutto fa meno che dare certezze di coerenza interna e affidabilità esterna. Sentire Diliberto e compagni accettare le missioni di guerra e la realizzazione della Tav è quasi più inquietante che sentirli annunciare discussioni (inutili) sugli stessi argomenti!

Per chiudere: la fiducia non c’è…non c’è politicamente intendo! Perchè allora accanirsi contro il nostro bel Paese?
Potrebbe essere semmai una possibilità per far riflettere una volta per tutte il centrosinistra, come pure il centrodestra, relativamente alla necessità di tagliare ogni rapporto con chi con la moderazione e il riformismo non ha niente a che fare!

Forza Napolitano, dimostri di averlo capito pure lei…altrimenti che ci sta a fare lassù al Quirinale! Prenda atto della situazione e rispedisca Prodi a casa…per non farlo tornare mai più nelle piazze a sparare cazzate! O forse anche lei preferisce attendere ogni voto manco fosse una roulette russa???

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: