Tifo violento: ci vuole una cura drastica!

Allora?! Chi è che tiene la gente e le famiglie lontane dallo stadio? cos’è che rende più appetibile guardarsi comodamente la partita AL SICURO ognuno a casa propria, magari coi figli accanto e la moviola e i replay a richiesta?
Non è lo strapotere di Juve o Milan o Inter o le altre beghe di palazzo a disaffezionare i tifosi dal riempire le gradinate, ma la violenza di pochi (che poi tanto pochi a quanto pare non sono) che tiene in ostaggio la maggior parte delle persone che non pensano che la domenica sia il giorno dello sfogo animalesco, bensì quello del relax in compagnia degli amici godendo uno spettacolo appassionante come è quello garantito da una partita di pallone!
Lo dico con rabbia e con sgomento, perchè vedere quello che è successo ieri sera a Catania mi ha provocato un blocco allo stomaco e un sussulto cardiaco: come si può rimanere uccisi in quel modo? per chi poi?
Quello del poliziotto è un mestiere difficile, ma è insopportabile vederlo umiliato nel dare la caccia a quattro sbandati che nè autorità politiche nè sportive hanno il coraggio di mettere alla porta!

E si ricomincia a parlare di misure drastiche: il decreto Pisano, sarebbe un inizio, dovrebbe essere applicato rigorosamente e ad esso andrebbero aggiunte altre possibili soluzioni, di quelle che fanno storcere il naso a molta gente, ma che sicuramente garantirebbero l’incolumità di quelle e di tantissime altre persone!
Giusto fermare il campionato, ma fino a quando? …per me, gli stadi dovrebbero restare chiusi fino alla loro messa in regola con le nuove regole disposte da governo e forze dell’ordine: all’inglese insomma! In più, direi che sarebbe l’ora di creare dei pass, delle patenti per l’ingresso agli impianti sportivi e di circoscrivere la zona antistante gli stadi in maniera da renderla off limits; non solo: l’intervento più efficace, a mio modo di vedere, sarebbe quello di responsabilizzare le società, facendo intendere a i loro tifosi che se succede qualcosa, a rimetterci sarà la loro squadra del cuore e loro stessi!

Basta col populismo, con la tolleranza ad oltranza: perchè non si può aprire un esercizio se non si è in regola con le norme di sicurezza e invece si può assistere da anni agli scempi che si verificano domenicalmente fuori e negli stadi…!?
Spiace, ma è giustissima la decisione di Pancalli: a perderci saremo un po’ tutti, ma almeno si sarà dato un segnale!
Speriamo l’ultimo…e che poi le cose cambino davvero!

Annunci
Comments
6 Responses to “Tifo violento: ci vuole una cura drastica!”
  1. giovanni falcone ha detto:

    OMICIDIO ALLO STADIO

    Il rischio dell’incidente viene messo nel conto da chiunque è abituato a frequentare i nostri stadi di calcio nei fine settimana.
    Quello che è successo a Catania è un’altra cosa, è più di un incidente, è un omicidio in diretta di un poliziotto, di un appartenente alle Forze dell’Ordine che, con un trattamento economico da pura sopravvivenza, sa di rischiare la vita ogni giorno.

    Vedo sociologi, esperti e altri ancora che dibattono nel tentativo di trovare una ragione a tanta inaudita e stupida violenza criminale.

    Personalmente, dico subito che sono indignato non tanto e non solo per il grave episodio accaduto, ma soprattutto per la sorpresa che il fatto ha suscitato nelle forze politiche e in genere fra gli addetti ai lavori.

    Mi chiedo dove sta la sorpresa, quando:

    Viene intitolata un’Aula parlamentare al nome di “Carlo GIULIANI”, “eroicamente” caduto su un campo di battaglia nel corso di una manifestazione contro il “G 8” di Genova del giugno 2001 (Convegno internazionale degli Otto Grandi Paesi). Tutto il mondo ha potuto vedere che il manifestante, con il volto rigorosamente coperto, era intento a colpire una pattuglia dei Carabinieri con un estintore di circa 20 kg.. Il tentativo non andò in porto grazie alla reazione di un appartenente all’Arma, peraltro assolto al termine di una lunga odissea giudiziaria che lo vedeva imputato di “Omicidio volontario”;
    Per chiunque usa violenza o minaccia ad un pubblico ufficiale nell’esercizio delle sue funzioni per costringerlo a fare un atto contrario ai propri doveri o per opporsi ad un atto di ufficio o di servizio (Artt. 336 e 337 del Codice penale), è previsto l’ARRESTO FACOLTATIVO SOLO IN FLAGRANZA;
    Viene cancellata la rilevanza penale dell’Oltraggio a un pubblico ufficiale, inteso come chiunque offende l’onore o il prestigio di un pubblico ufficiale in presenza di lui e a causa o nell’esercizio delle sue funzioni (una volta punita con la reclusione da sei mesi a due anni).
    Di fronte a condotte e legislazioni di tal fatta, ci dobbiamo chiedere dove sta la sorpresa!! Quale insegnamento da trarre, quale messaggio trasmettiamo!!

    Voglio ricordare ai più giovani che in passato si aveva una riverenza e rispetto innato verso una “divisa” di qualunque appartenenza. Io stesso ancora oggi, pur avendone indossata una per circa trenta anni, quando vedo un appartenente all’Arma, la sola vista della divisa, mi provoca una naturale soggezione mista ad un profondo senso di rispetto e profonda stima verso una grande Istituzione.

    Gli scritti offensivi che sono seguiti sui muri d’Italia contro gli “sbirri” sono una testimonianza forte – sia pure minoritaria – della considerazione che in tanti hanno degli appartenenti alle Forze dell’Ordine e non solo della Polizia di Stato cui apparteneva il compianto Ispettore ucciso a Catania.

    Gli antichi erano soliti ripeterci che “MAZZA & PANELLA FANNO I FIGLI BELLI”, volendo significare che alla lunga, con il solo buonismo, non si va da nessuna parte.

    Dove sta la carota, da qualche parte, sia pure ben nascosto, deve stare anche il bastone.

    Bari, 4 febbraio 2007

    Articolo 341 del C.P., abrogato dall’articolo 18 della legge 25 giugno 1999, nr.205

    Vale per i nati anni ’50 e ‘60

    http://www.giovannifalcone.it
    info@giovannifalcone.it

  2. AlanTommaso ha detto:

    Scusa per gli errori ma ho scritto veloce, sorry.

    Saluti.

  3. AlanTommaso ha detto:

    Si ma non gioire tanto del decreto Pisanu che è del 2001, in 5 anni il tuo PADRONE l’ha tenuto nell’anonimato e nell’indifferenza perchè sapeva dei guai ce avrebbe provocato alla sua squadretta rossonera, come vediamo oggi.
    In 5 anni a mandato tutto allo sbando, anche lo sport, dimostrazione lampante che anche una minima azione azzeccata da un ministro sia stata oscurata da un leader che ha fatto del Governo Italiano la propria Economia.
    Fortuna che adesso c’è al governo gente che per quanto sia una manica d’incapaci, prendono delle decisioni nel giusto verso.

    Ovviamente sempre quando ci scappa il morto.

    Ciao Ciao.

  4. Anonimo ha detto:

    Ora BASTA,un poliziotto ucciso per una partita di calcio.Un Padre di famiglia che muore per nulla,l’ennesima vittima del nulla.
    Guardi le immagini e vedi due fuoristrada che girano,per tenere lontano le tifoserie,per disperdere la folla.
    Continuo a non capire PERCHE’ non aprono il fuoco,perchè su questo non viene fatta una legge chiara e forte.Perchè non fanno un favore alla società,a quella che sbaglia anche, ma che mai arriverebbe a tanto.
    (L’Altra Rossa).

  5. Salo ha detto:

    Ciao Pensatore! segnalo le vergognose dichiarazioni del rossoverde Cento, il quale ha sostenuto le cause sociali delle violenze (in perfetto stile dialettico marxista) e ha gridato il suo no alla repressione…che per me equivale ad un sì alla caccia al polizziotto!

    Incredibile che certa gente sia al governo…

  6. Simone Casadei ha detto:

    Ciao! Volevo solo segnalarti che ho citato questo tuo post sul mio blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: