Non solo a Macherio volano gli stracci: sinistra sull’orlo di una crisi di nervi!

Più fastidiosa di una politica estera di sinistra c’è solo una sinistra senza politica estera!

I limiti ideologico/politici di questa coalizione sono a dir poco imbarazzanti, e non solo per gli stessi sostenitore del governo, ma pure per i suoi detrattori che non possono che rimanere basiti e senza parole di fronte a tanta insipienza e impersonalità!

Ciò di cui, invece, proprio non si può fare a meno di sottolineare è la forma mentis del nostro Presidente del Consiglio: sempre ben disposto a rinviare il caso a discussioni future (pur sapendo che da esse non potrà ottenere niente di nuovo) o, peggio, a minimizzare le situazioni, banalizzandole senza rendersi conto di quanto lui stesso si renda ridicolo davanti all’opinione pubblica (in primis) e dei suoi alleati di maggioranza.

Il “caso” della base USA di Vicenza non rappresenta agli occhi di nessuno nessun fatto nuovo; l’incredibile sta piuttosto nella sua gestione (identica a quella per il caso TAV, per il caso pensioni, per le questioni etiche, ecc…): possibile rimanere ancora una volta nel limbo della inutile mediazione con una sinistra radicale che tutto vuole meno che mandare a ramengo le sue convinzioni (salvo quando vengono messi in discussione i suoi scranni parlamentari…ovviamente!)?!

Ora, c’è chi si ostina a vedere una parvenza di serietà negli esponenti di questo esecutivo, provando pure a marcare le differenze (in un presuntuoso senso di migliorie) di esso rispetto al precedente Berlusconiano, ma la realtà sta smentendo lor signori su tutti i fronti! Poche le promesse mantenute, tanti invece i rimorsi provocati nella stragrande maggioranza della gente che assiste attonita a questo circo permanente che sembra ormai esser pronto a levare le tende.

Tra pochi giorni si voterà il rifinanziamento delle missioni all’estero dei nostri soldati: facile aspettarsi di tutto, impossibile sperare in una soluzione univoca e decisa: intanto, seppur in senso molto velato…sono cominciate le consultazioni col Presidente della Repubblica e tra gli stessi esonenti della maggioranza, alla ricerca, per l’ennesima volta, di una pace armata che soddisfa tutti, ma in realtà nessuno!

Annunci
Comments
3 Responses to “Non solo a Macherio volano gli stracci: sinistra sull’orlo di una crisi di nervi!”
  1. raser ha detto:

    Quello che voglio dire è che non ha molta importanza il disaccordo all’interno della coalizione riguardo la politica estera, proprio perchè, come rilevi tu, la politica estera italiana è limitata a decidere se accodarsi agli USA (o appiattirsi, nel caso di Berlusconi) o a Francia e Germania. Per questo un governo italiano può benissimo andare avanti anche se i dieci partiti che lo compongono la pensano in dieci modi diversi… basta evitare voti di fiducia e lasciare che ognuno dei dieci starnazzi ai propri elettori quel che vogliono sentirsi dire. Sarà poco serio, ma è così.

  2. ilpensatore ha detto:

    seppur criticabile non si può dire che il governo Berlusconi non l’abbia fatta! tu forse vuoi dire che è sempre stata del tipo accondiscendente con gli altri Paesi, ma credo sia normale, dal momento che l’Italia non ha nè mire imperialiste nè interessi particolari in stile coloniale (diciamo quasi nessuno)! se non sono gli USA è la Francia a guidare il treno, ma chi si accoda non significa non lo faccia con convinzione e volendo metterci del proprio!

    qui il problema invece sta tutto proprio nella incapacità di trovare un accordo all’interno stesso della coalizione!

  3. raser ha detto:

    La verità è che la politica estera in Italia conta pochissimo, perchè semplicemente non l’abbiamo mai fatta, ad eccezione di Craxi; ce la siamo sempre fatta fare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: