Non è poi così male stare all’opposizione.

Certo, il troppo storpia, ma diciamo la verità: questi primi 8 mesi di governo Prodi sono stati un vero spettacolo: delirante, ma sempre di spettacolo si parla; pessimo, ma sempre di spettacolo si parla! Tutto, meno che noioso!
Sembrano lontani ormai i tempi in cui il centrosinistra gridava alle leggi ad personam e al regime mediatico berlusconiano; per non parlare di quando si strappavano le vesti denunciando l’illegalità favorita dal Cavaliere; quando Berlusconi veniva preso in giro per le sue uscite da strapazzo; quando la maggioranza di centrodestra veniva accusata di incompetenza; quando la critica era il sale della democrazia; quando i sindacati scioperavano un giorno si e l’altro pure contro il precariato e i condoni di Tremonti!
Aah…quanti ricordi! Pensavamo che con Prodi al governo le cose sarebbero cambiate! eheh…ci credevate davvero? Macchè…creduloni che non siete altro!
A dispetto della serietà al Governo, stampata a chiare lettere su cartelloni 6×3, è stato finora ben dimostrato quanto sia difficile passare dalle parole ai fatti!
Stare all’opposizione, in effetti, ha il vantaggio di poter criticare senza troppe vergogne, di spulciare ogni testo di legge per trovare la falla.
Il problema, semmai, è quando poi ci si ritrova da saputelli a professori e si finisce per fare delle figure caprine perchè tanto bravi non si è!
Comunque sia, diciamolo pure: noi siamo stati fortunati (sic)! Il centrosinistra ci ha dato tante e tante occasioni per cercare il cavillo, il pelo nell’uovo, l’ago nel pagliaio! E la cosa più straordinaria è che…l’abbiamo sempre trovato!

In 215 giorni i compagni al potere ci hanno deliziato con delle perle indimenticabili!
E non parlo solo della Finanziaria!
Ad esempio: dicevano che con Berlusconi al governo la criminalità stava tranquilla; già…però nel frattempo, in 5 anni son stati portati a termine arresti eccellenti e c’è stata una lotta senza quartiere contro la camorra oltre che la mafia (e non solo sul campo, ma anche legislativamente parlando con l’inasprimento e il mantenimento del carcere duro!). Oggi invece cosa abbiamo? 25 mila delinquenti in più sulle nostre strade, grazie all’indulto; amnistie, grazie e clemenze varie per terroristi e falsificatori di bilanci dello stato e un premio per spacciare di più la cannabis: il doppio rispetto a prima.
Rimproveravano a Tremonti l’utilizzo dei condoni, ma poi, in finanziaria, è spuntato fuori un articolo col quale si condonavano i datori di lavoro che avevano assunto in nero negli anni precedenti.
Abbiamo visto milioni di cittadini protestare incazzati come non mai contro tagli e precariato…praticamente le stesse cose di cui si riempivano la bocca i sinistrorsi fino a 8 mesi fa…ma senza sapere bene cosa fare!
Prodi, poi, è stato fin troppo generoso col suo pubblico: più che un giullare, però, bisognerebbe dargli davvero di “demente” (come ha fatto il buon Tremonti): intollerante alle critiche manco fosse un’allergia da polline in primavera, ha dispensato il Paese di “matto” “impazzito” e infine pure di “fascista”, e questo quando almeno ha preso in considerazione i fischi…perchè il più delle volte nemmeno si è degnato di dare ascolto alla gente!
Nel frattempo venivano fischiati anche i sindacati, perchè i lavoratori staranno peggio che pria, i ricercatori idem e i precari idem con patate.
Chi godrà come una matta sarà la spesa pubblica: in 1400 commi salirà in maniera vertiginosa: ma sennò come giustificavano l’aumento delle tasse e delle imposte per coprire i tagli alla sanità (con tanto di ticket) e alla scuola?!
Chi piangerà come un coglione sarà il cittadino: e nemmeno quello ricco, bensì quello poverello! Tra bolli, ici, irpef, comuni, regioni e chi più ne ha più ne metta, finirà che anticiperemo le proteste alla terza settimana!
Il tutto, facendosi beffe della presunta diversità di impostazione democratica: per contare i voti di fiducia, ormai, non bastano più le due mani…bisogna ricorrere al pallottoliere!
In tv però son tornati Santoro e tra poco pure Biagi, ma non ancora tutti gli altri grandi epurati (dalla Guzzanti a Fini ecc ecc), eppure non si vede nessun girotondo!
Vediamo, cosa manca?! Troppa roba, difficile tenere tutto a mente.
Di sicuro mi scordo parecchie cosette, più o meno gravi, tipo: la certificazione della presa per i fondelli delle primarie (4 milioni??? ahahah…manco 2); il caso Deaglio; il buco rimpicciolito nei conti pubblici; la diminuzione della crescita del pil grazie alla mitica finanziaria “per lo sviluppo”; la guerra in Libano (per usare lo stesso linguaggio) (pur senza manifestazioni però); il caso Telecom-Prodi; quello Autostrade/Abertis-Di Pietro ecc ecc…

Insomma, bello stare comodi in poltrona e guardare gli altri che da fighetti che si credevano adesso vengon presi per bischeri e affaristi!
Bello, si…ma che non duri ancora troppo, perchè risus abuntat in ora stultorum…e noi siamo già stati coglioni, ma stolti mica vogliamo esserlo, giusto?!

Annunci
Comments
2 Responses to “Non è poi così male stare all’opposizione.”
  1. ilpensatore ha detto:

    ogni aggiornamento è benvenuto, Monica…

    comunque non temere: il Berlusca è un carroarmato, cui i caterpillar fanno un baffetto…

  2. monica ha detto:

    Nel lungo elenco delle “perle” del Governo, se acconsenti, vorrei aggiungere l’inchiesta sulle verifiche fiscali illecite che hanno visto anche il coinvolgimento dei coniugi Prodi.
    Ricordo che pochi giorni dopo la vicenda, dalle colonne de L’Unità, Furio Colombo sferrò un duro attacco a Berlusconi indicandolo come “mandante” dello spionaggio fiscale ai danni del premier.
    Per ora regna il silenzio, ma sono certa che se Prodi sarà messo alle strette non dall’opposizione ma dai suoi alleati, la magistratura metterà in azione il suo caterpillar contro SB.

    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: