Un uomo, un perchè…

Sembra totalmente avulso dalla realtà il signor Mortadella.
Da quando è andato a poggiare le sue terga in quel di palazzo Chigi la realtà gli se è totalmente ribaltata e sono stati come gettati nel cesso i cinque anni precedenti di proteste contro Berlusconi e il centrodestra.

Ora bastano qualche “buffone” o “vai a casa” per urtare le sensibilità di una sinistra che fino a sei mesi fa scendeva in piazza e devastava le città, andava in tv e dava di mafioso o delinquente a chiunque stesse dall’altra parte della barricata, e se vedevano il Cavaliere per strada non si facevano troppe remore prima di scagliargli un trappiedi sulla capoccia.

Non basta a Prodi e compagni, che i sondaggi li mettano in guardia circa un disagio che percorre il Paese da nord a sud da est a ovest e includendo tutti i ceti sociali; no…il problema è che non basta, a questi signori, manco sbattere il naso contro una realtà che fanno fatica ad accettare: i salvatori dell’Italia contestati in più occasioni e da sempre più persone.

Loro, gli infallibili, questo non lo accettano; e dopo averci dato di “matti”, ora, il Professore (del quale abbiamo scoperto l’animo nero…) ci da pure di “penosi“.

Un consiglio, affatto caro Mortadella: si guardi in faccia e poi ci dica se non fa più pena lei a vedere claque ovunque invece di prendersi le sue responsabilità.

Bel pirla…

Annunci
Comments
10 Responses to “Un uomo, un perchè…”
  1. Carlo ha detto:

    io, per conto mio, ho cominciato a non guardare più i tg e a leggere solo i giornali. almeno ho tempo di riflettere sulla notizia. e non mi becco l’intervista a schifani o a rizzo.

  2. ilpensatore ha detto:

    purtroppo la politica più che polarizzata si è estremizzata: in questa contesa tra il bene e il male pare normale vi siano poi tutte queste prese di posizione ante litteram…

    l’importante è che il clima non venga oltremodo acuito…e invece, succede sempre così…

  3. Carlo ha detto:

    poi tutto il diritto ai contestatori di volerlo buttare giù… se no che gusto avrei avuto a chiederlo io per 5 anni?

  4. Carlo ha detto:

    il discorso è che la politica italiana è noia. tutto diventa terribile e apocalittico in un 3×2: la gente, sentivo in interviste televisive, dice che non arriva a fine mese con le tasse di prodi… peccato che se queste ci sono, saranno a partire dal 2007 visto che sono in finanziaria 2007, o no? Ieri un odontotecnico mi diceva che non ne può più di tutte queste tasse, di ICI, bollo, etc etc… gli ho poi fatto notare lo stesso discorso di prima: le tasse le pagherà l’anno prossimo, non ora (l’ICI che paga è quella dell’anno scorso, e tra l’altro paga una delle più basse del circondario visto che abita in un paese che l’ha abbassata: e governa il centrosinistra), e che, sopratutto, lui ha l’auto aziendale… non paga molte tasse sopra quella.. o mi risulta male a me? 🙂
    Quel che voglio dire è che siamo tutti un po’ nervosetti, forse, e diciamo cose che non sono o prendiamo per terribili cose che alla fine non lo sono. Da qui la reazione di Prodi e l’attacco di Bologna, con poi i sostenitori a Prodi nella prosecuzione della visita…

  5. ilpensatore ha detto:

    son d’accordo!
    anche se ci sarebbe da ridire su entrambe le battute che fece il Cav, relativamente al loro contesto…ma me le risparmio per trovare un punto d’incontro con te.
    certo è, che mi si dovrebbe spiegare come mai un paese diventa penoso se ad essere criticato è Prodi e non il contrario…
    tutto il resto è noia…

  6. Carlo ha detto:

    senti, non facciamo paragoni: l’altro ci chiama coglioni o da dell’antropologicamente diverso ad una categoria lavorativa… prodi ha parlato di maleducati e di clima penoso nel paese… dai… non mi pare la stessa cosa, e comunque se vogliamo parlare di civiltà nelle risposte o nei giudizi guardiamo le pagliuzze o le travi nei nostri reciproci occhi!

  7. ilpensatore ha detto:

    capisco, ma proprio per questo Prodi poteva pure risparmiarsi simili “sentenze” sulla natura umana del popolo italiano!
    penoso sarà lui…come pure buffone!
    e sarebbe meglio (secondo me e tanti altri) che se ne andasse a casa.

    io non capisco la reazione Carlo! potevo accettare il disappunto, ma quello doveva essere contenuto.
    non è che ogni volta può dar di matto a chiunque gli dia contro…

  8. Carlo ha detto:

    Marco, al di la di tutto. Premesso che le contestazioni vanno bene. Ma io non ho mai devastato città, e c hi viene chiamato mafioso, in alcuni casi lo è proprio. E ci sono sentenze a comprovarlo…

  9. ilpensatore ha detto:

    un bel teatrante, si…

  10. maxim ha detto:

    è solo una marionetta, anche se non vorrei offendere le marionette.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: