Retromarcia. Ancora. Ma ci prendono per coglioni?

Cancellata la tassa di soggiorno.
Ora, solo ora, si accorgono che era un rischio per le aziende turistiche italiane (oltre che per le tasche dei vacanzieri).
Lasciamo stare, ma se ci mettessimo a fare la conta di quante volte questo governo è già tornato sui propri passi dopo aver straparlato, messo nero su bianco e annunciato provvedimenti per poi ritrattarli, finiremmo per stancarci prima di arrivare al totale.

Sapete come li chiamo io?
Innumerevoli tentativi di mettercelo in saccoccia.
L’idea potrebbe esser questa: il governo, la maggioranza, i ministri, chi diamine volete voi, propongono una tassa (tanto c’è la scusa di risanare un buco che non si sa nemmeno ufficialmente a quanto ammonti); se poi qualcuno si lamenta, magari si può sempre provare a far finta di niente o, ancora meglio, a farci vedere attenti alle esigenze dei cittadini e delle imprese.
Ma se nessuno dovesse innescare troppe polemiche…beh, pensateci…potrebbero agire indisturbati nel loro disegno politico statalista e accentratore.

Il che mi porta a pensare, decifrando questo atteggiamento di per sè molto poco serio!, che nella sostanza, per gli esponenti dell’esecutivo targato Prodi, vi sia la convinzione di aver a che fare con un Paese di idioti…o di pazzi, cui poter dire tutto e il contrario di tutto…tanto basta mostrare il fantasma di Berlusconi o delle destre dedite all’illegalità e alla persecuzione dei propri soli interessi.
Loro, i sinistrorsi, invece, hanno a cuore l’interesse nazionale.
Per carità, nobile proposito, ma sarebbe ancor più nobile dire a tutti da subito la verità, come la si pensa e come si intende agire.

Contrariamente a questo, purtroppo per noi, l’Unione preferisce autologorarsi e imbrodarsi nelle loro incoerenze ed incompatibilità piuttosto che far sapere le cose come stanno, qual è la loro idea di risanamento, senza nascondersi dietro paroloni gravidi di ipocrisia e demagogia spicciola…che prima o poi stanca, perchè si sa…le bugie hanno le gambe corte!

Insomma: pazzi si, ma coglioni proprio no!

Annunci
Comments
2 Responses to “Retromarcia. Ancora. Ma ci prendono per coglioni?”
  1. ilpensatore ha detto:

    grazie per avermi rinfrescato la memoria Elly…
    purtroppo per noi, sappiamo bene di che pasta son fatti quelli oggi al governo!
    meschini…

  2. Elly ha detto:

    Si, è stata cancellata la tassa di soggiorno, ma i comuni possono aumentare comunque l’irpef… quindi, ma a parte questo, una cosa mi è saltata agli occhi, cerco di scrivere poco ma sarà difficile. Venerdì 10 novembre, c’è stata la protesta degli albergatori su detta tassa e, il signor Rutelli nonchè ministro in carica con delega al turismo, tutto scocciato ha detto: «piagnisteo assurdo. Si tratta di una norma moderna e giusta i cui proventi verranno investiti nel miglioramento dei servizi turistici». Immagino non sapesse neanche di cosa stava parlando. Oggi, lo stesso ministro dice questo: «Quella del Parlamento è una decisione molto saggia. L’Italia ha bisogno di essere più competitiva nel settore del turismo, che dà ricchezza. La tassa non avrebbe aiutato, avrebbe messo in difficoltá l’industria del turismo».

    Chi sono i pazzi? Noi che non ci siamo fidati di loro o gli altri che li hanno voluti al governo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Tieniti aggiornato: ISCRIVITI!


  • SOSTIENI IL BLOG!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: